Afte

by patologie_farmacia1_wp

Cosa sono le afte

Le afte sono piccole lesioni della mucosa orale, abrasioni o ulcerazioni tondeggianti o ovali del diametro variabile dai 2 ai 5 millimetri circondate da un alone arrossato. L’afta orale può essere unica o multipla ed è localizzata principalmente sul palato, sulla lingua o sui tessuti gengivali. È raro che il disturbo si manifesti invece sulle labbra o intorno alla bocca e in quel caso si tratta di vesciche da herpes labialis, lacerazioni infette provocate dal virus herpex simplex che è contagioso.

Le afte sono caratterizzate da un bruciore, più o meno intenso a seconda dell’estensione e della sede della lesione, che permane per circa 5 giorni, limitando notevolmente la masticazione. La maggior parte delle lesioni scompaiono in due settimane e senza lasciare cicatrici. Il disturbo però a volte si ripresenta a distanza di tempo, in tal caso si parlerà di stomatite aftosa recidivante.

Sintomi afte

L’afta inizia a manifestarsi con comparsa di dolore e bruciore sulla parte della mucosa interessata. I sintomi dell’aftosi sono:

  • piaghe di colore rosso oppure bianco-giallastro nel cavo orale;
  • infiammazione localizzata;
  • dolore nella zona dell’ulcerazione.

Cause afte

Le afte possono essere causate da molti fattori tra cui:

  • stanchezza e stress che indeboliscono il sistema immunitario
  • cambiamenti ormonali (specie nella donna e correlati al ciclo mestruale)
  • cattiva igiene orale
  • piccoli traumi locali dovuti ad esempio allo spazzolamento troppo intenso della mucosa della bocca durante il lavaggio dei denti
  • piccoli traumi da protesi o da apparecchi ortodontici
  • carenza di vitamina B12, ferro, zinco e acido folico
  • ipersensibilità verso alcuni alimenti quali latte vaccino, noci, ananas, kiwi, fragole, pomodori, cioccolato
  • allergie e intolleranze alimentari (come la celiachia) e alcune malattie intestinali infiammatorie (come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa) che predispongono al manifestarsi della patologia

Afte in gola

Le afte in gola sono caratterizzate dalla presenza di un’area biancastra di forma rotonda oppure ovale con bordi arrossati su un’unica tonsilla.

Afte sulla lingua

Le afte sulla lingua si manifestano con la comparsa di fastidiose e dolorose lesioni sulla superficie della lingua. La gravità del disturbo dipende dalla quantità delle lesioni e dalla posizione in cui queste si sviluppano. Le afte sulla lingua non sono provocate da infezioni virali (stomatite erpetica) e quindi non sono contagiose, non si possono trasmettere da un individuo all’altro tramite contatto.

Afte e fegato

Se le afte non tendono a scomparire è segno che sarebbe opportuno fare un controllo non solo del tratto gastrointestinale ma anche della funzionalità epatica (ossia del fegato).

Colluttorio per afte

La terapia locale prevede sciacqui con soluzioni antisettiche e disinfettanti (che ad esempio collutori che contengono la clorexidina e sono privi di alcool). L’utilizzo del collutorio contro le afte è consigliato quando le ulcerazioni sono presenti in parti della bocca difficilmente raggiungibili, come ad esempio la parte posteriore. Un trattamento contro le afte è quello con Tantum Verde SOS Afte Collutorio, un prodotto per l’igiene orale specifico per trattare le lesioni della bocca come afte, stomatiti aftose, afte diffuse e altre piccole lesioni.

Trattamento e rimedi consigliati

Per favorire una rapida guarigione si può intervenire con una terapia locale che prevede l’applicazione di gel o spray che aiutano la rigenerazione dei tessuti e di analgesici che attenuino il dolore in fase acuta, oltre che l’assunzione di probiotici per ripristinare la flora batterica e rafforzare il sistema immunitario.

Tra i prodotti disponibili per il trattamento delle afte c’è Tantum Verde SOS Afte Spray che agisce direttamente sulle lesioni della bocca e, grazie al beccuccio direzionale, permette di intervenire anche sulle parti più difficili da raggiungere. Si tratta di un prodotto che riduce il dolore e forma una barriera che protegge la mucosa orale accelerando la guarigione dell’ulcera. Se le lesioni orali sono ben visibili e localizzate all’interno della bocca si può utilizzare il gel Tantum Verde SOS Afte, che è efficace fino a 6 ore creando una sorta di barriera protettiva dagli agenti esterni.

Oltre alla terapia locale non deve mancare una corretta dieta che preveda l’abolizione di tutti i cibi troppo acidi o irritanti (come caffè, alcolici, aceto, agrumi, pepe e peperoncino, bevande troppo calde) e l’assunzione di alimenti ricchi di vitamina B12. Tra i rimedi naturali per curare le afte ci sono l’aloe vera che ha proprietà antinfiammatorie e la propoli (non sottoforma di tintura alcolica) utile come antibatterico.

Quando rivolgersi al medico

È consigliabile rivolgersi ad un medico nel caso in cui l’afta è eccezionalmente grande o non si è ancora cicatrizzata dopo tre settimane dalla sua insorgenza oppure se le lesioni si ripresentano con frequenza molto ravvicinata.
La scelta terapeutica varia a seconda delle caratteristiche dell’afta (dimensione, numero delle lesioni, frequenza delle recidive) e delle necessità specifiche dei pazienti. Nel caso in cui sia necessario, il medico potrebbe anche aggiungere alla dieta alcuni integratori mirati.

Consigli del farmacista

Determinate buone abitudini quotidiane rappresentano un aiuto prezioso per prevenire l’insorgere delle afte. Ecco alcuni consigli da seguire per prevenire la formazione di afte:

  • Mantenere una corretta igiene orale e fare uso di un collutorio antisettico;
  • Fare attenzione all’operazione di spazzolamento dei denti per evitare eccessivi stress fisici;
  • Eliminare gli alcolici;
  • Ridurre lo stress;
  • Assumere probiotici per ripristinare la flora batterica e rafforzare il sistema immunitario.