Ascesso al seno

by patologie_farmacia1_wp

Cos’è un ascesso al seno

Un ascesso è un accumulo di grumi infetti circoscritto all’interno di un tessuto. Un infezione alla mammella se non trattata in tempo può provocare un ascesso al seno. La zona dove solitamente gli ascessi al seno tendono a verificarsi sono sotto l’areola (ossia la zona circolare intorno al capezzolo). L’accumulo di materiale infetto va a formare questa bolla che a contatto causa dolore.

Un ascesso al seno che non viene sottoposto a trattamenti può originare una fistola, ossia un foro anormale che collega l’ascesso alla pelle. Le donne in fase di allattamento o che abbiano subito un intervento chirurgico hanno maggiori probabilità di sviluppare un ascesso. Regolari controlli possono aiutare le pazienti a prevenire e a curare l’eventuale formazione di ascessi al seno.

Sintomi dell’ascesso al seno

Un ascesso al seno si presenta come un bozzo caldo e pieno di liquido. I sintomi di un ascesso possono includere:

 

  • Calore della zona interessata
  • Dolore al tatto
  • Innalzamento delle temperatura corporea generale (febbre)
  • Gonfiore
  • Rossore

Cause ascesso al seno

La causa più comune di ascesso al seno è la mastite (ossia l’infiammazione della mammella). Le mastiti sono comuni nelle donne in fase di allattamento in quanto i capezzoli, le areole, le ghiandole mammarie e la persona in generale vengono sottoposte ad uno stress continuo rendendo possibile la formazione di lesioni che di conseguenza possono infettarsi e generare delle mastiti. Tuttavia è possibile sviluppare una mastite anche non in fase di allattamento. Generalmente tra le cause non collegate all’allattamento che possono concorrere come fattore di rischio o direttamente indurre un ascesso, ci sono:

  • Infezioni di cisti sebacee
  • Infezioni del piercing al capezzolo
  • Diabete
  • Necrosi di neoplasie che generano pus

Allattamento e ascesso al seno

Durante il periodo dell’allattamento le donne sono esposte ad un rischio maggiore di mastiti e quindi alla possibilità dello sviluppo di un ascesso. Le infezioni durante l’allattamento possono avere varie cause di natura meccanica o infettiva. Un’infezione di natura meccanica può essere causata da uno scorretto attaccamento del bambino alla mammella con il rischio di provocare lesioni che possono infettarsi; per questo è importante tenere pulita la zona del seno prima e dopo l’allattamento risciacquando con acqua o utilizzando prodotti specifici. Nel secondo caso un abbassamento delle difese immunitarie può lasciare terreno fertile per le coltivazioni batteriche all’interno dei dotti mammari che possono ostruirsi e infiammarsi; è infatti consigliato svuotare regolarmente le mammelle dal latte affinché non diventi stagnante e quindi facilitare lo sviluppo di batteri

Trattamenti in caso di ascesso al seno

Generalmente per curare un ascesso il medico vorrà sottoporre al paziente una terapia antibiotica, a seconda della grandezza e del tipo di ascesso e se non c’è risposta alla terapia antibiotica, il vostro medico potrebbe dover considerare la possibilità di un intervento chirurgico.

Ascesso al seno: intervento chirurgico

Nel caso la terapia antibiotica si fosse rivelata insufficiente o l’infezione si sia rivelata recidiva, il vostro medico potrebbe ritenere necessario un intervento chirurgico. In base alla gravità e alla dimensione dell’ascesso l’intervento potrà essere eseguito direttamente dal vostro medico, in ambulatorio o in ospedale. L’intervento chirurgico per un ascesso al seno consiste nell’incisione e nel drenaggio (svuotamento del pus dalla cavità) della zona infetta. Interventi più invasivi possono risultare necessari in base alla gravità dell’ascesso, il vostro medico saprà indicarvi il percorso più appropriato da seguire in base alla situazione.

Quando andare dal medico

Il seno è una parte delicata della donna, dei regolari controlli aiutano a tenere sotto controllo il vostro stato di salute. In fase di allattamento una adeguata comunicazione con il vostro dottore diventa ancora più importante. Consultate il medico per concordare dei trattamenti atti a prevenire la comparsa di mastiti e ascessi. Nel caso in cui doveste sentire dolore o doveste notare qualcosa di insolito non esitate a contattare il vostro medico, lui potrà aiutarvi a capire cosa vi sta succedendo e qual’è il modo migliore di procedere.

Consigli del farmacista

Una dieta equilibrata e uno stile di vita sano possono aiutare a rinforzare le difese del sistema immunitario e scoraggiare quindi la comparsa di infezioni. Nel caso l’ascesso sia già presente è sconsigliato cercare di risolvere il problema da soli, contattate il vostro medico il prima possibile così da poter evitare complicazioni indesiderate.