Bruciore di stomaco

by patologie_farmacia1_wp

Cos’è il bruciore di stomaco

Il bruciore di stomaco (o pirosi gastrica) è un bruciore nella parte alta dell’addome, appena dietro lo sterno. Il dolore spesso peggiora dopo pasti, la sera o quando ci si sdraia.

Il bruciore di stomaco occasionale è comune e non è motivo di allarme: la maggior parte delle persone infatti riesce a mantenere alta la qualità del proprio stile di vita nonostante il bruciore, tramite un alcune accortezze nella quotidianità e uso di farmaci specifici.

Se il bruciore di stomaco non è occasionale ma tende a presentarsi frequentemente potrebbe essere sintomo di una condizione più grave. È meglio non ignorare il problema e parlarne con un medico per tenere sotto controllo la vostra salute.

Sintomi bruciore di stomaco

Una persona che soffre di bruciore di stomaco potrà trovarsi a sperimentare uno o più dei seguenti sintomi:

  • Un bruciore all’addome che di solito si verifica dopo aver mangiato e può verificarsi durante la notte
  • Dolore che peggiora quando ci si sdraia o ci si china
  • Sapore amaro o acido in bocca
  • Alitosi
  • Rigurgito
  • Aftosi
  • Otiti medie
  • Tosse e mal di gola
  • Nausea e vomito

Bruciore di stomaco: cause

Normalmente, quando deglutisci, una fascia muscolare attorno alla parte inferiore dell’esofago (sfintere esofageo inferiore) si rilassa per consentire al cibo e al liquido di fluire nello stomaco. Quindi il muscolo si stringe di nuovo. Quando questo sistema viene compromesso può accadere un ritorno degli acidi detto reflusso gastro-esofageo che causa bruciore.

Questo può accadere per diverse ragioni, tra queste:

  • Malfunzionamento del cardias o del diaframma che provoca la risalita degli acidi dallo stomaco
  • Aumento della pressione del peso sullo stomaco, il bruciore di stomaco in     gravidanza è infatti piuttosto comune, così come lo è per le persone obese
  • Durante il ciclo mestruale a causa degli sbalzi ormonali
  • Mangiare troppo può causare bruciore di stomaco
  • Alcol e fumo rappresentano un fattore di rischio
  • Gli ormoni prodotti dallo stress e dall’ansia possono provocare la pirosi
  • Alimenti acidi

Bruciore di stomaco: rimedi e trattamenti

Molti farmaci da banco possono aiutare ad alleviare il bruciore di stomaco. Gli Antiacidi aiutano a neutralizzare l’acidità di stomaco, tra questi ci sono quelli acquistabili senza ricetta e quelli acquistabili con prescrizione medica. Alcuni di questi gastro-protettori andranno assunti dopo i pasti per ridurre l’acidità dello stomaco. Se i farmaci da banco non funzionano, consulta il tuo medico così che possa effettuare una corretta diagnosi del problema e valutare la soluzione migliore da applicare.

Bruciore di stomaco: rimedi naturali e prevenzione

Al fine di prevenire la comparsa del bruciore di stomaco è possibile ricorrere a dei rimedi naturali e alcuni accorgimenti per la prevenzione e la riduzione dei sintomi se già presenti. È importante eliminare le abitudini che rappresentano fattori di rischio come: fumo, alcol, assumere farmaci a stomaco vuoto, mangiare pasti abbondanti, assunzione di alimenti acidi. A queste vanno sostituite nuove abitudini che possano migliorare lo stato di salute come: una dieta sana, regolare attività fisica, regolare sonno. Al fine di capire quale dieta sia la migliore in questi casi, ecco cosa mangiare con bruciore di stomaco:

  • Legumi
  • Carote
  • Patate
  • Riso
  • Pasta
  • Broccoli
  • Tisane calmanti per lo stomaco

Quando andare dal medico

Se l’episodio di bruciore si presenta ripetutamente, non sono dopo un grande pasto, bisogna contattare il medico per poter capire le cause del bruciore di stomaco e valutare quali aspetti della vostra quotidianità cambiare al fine di prevenire questi episodi spiacevoli.

Consigli del farmacista

Dopo una grande mangiata, un gastro protettore potrà alleviare i sintomi ma non risolverà il problema. Prevenire la comparsa del bruciore di stomaco è un lavoro fatto di prevenzione. Una dieta equilibrata può migliorare il vostro stato di salute e ridurre i rischi di comparsa di pirosi gastrica.