Calli ai piedi

by patologie_farmacia1_wp

Cosa sono i calli ai piedi

I calli ai piedi sono aree dure e ruvide della pelle che si creano in genere intorno al tallone o sulla pelle sotto l’avampiede. Dato che la pelle dove si è formato il callo è più spessa, in genere è meno sensibile al tocco rispetto a quella circostante.

Sintomi dei calli ai piedi

I calli ai piedi sono ispessimenti dell’epidermide, spesso tondeggianti e dall’aspetto ceroso e dal colore giallastro, che al tatto risultano ruvidi, rugosi ed irregolari. Quando compaiono in determinate zone del piede, i calli possono causare dolore e rendere difficoltosa persino la camminata.re più o meno intenso.

Cause dei calli ai piedi

I calli sono ispessimenti localizzati della pelle che si formano a causa di pressioni, sfregamenti o attriti ripetuti (calli da attrito).
Sebbene la causa sia spesso dovuta a pressione locale ripetuta e sfregamenti eccessivi, i calli possono talvolta dipendere da malattie, come il diabete, o altri disturbi.

Calli e duroni ai piedi

Calli e duroni sono aree ispessite e indurite della pelle che si formano quando il piede viene sottoposto a pressioni o frizioni eccessive, in particolare a causa di calzature strette o inadatte.

Mentre i calli sono ispessimenti ampi e piatti, i duroni sono più piccoli e caratterizzati da una zona centrale dura circondata una parte infiammata. Tale ispessimento cutaneo tende a svilupparsi in zone dei piedi che non sopportano pesi, ossia lato superiore e laterale delle dita. I duroni possono essere dolorosi o sensibili quando viene applicata pressione.

Trattamento e rimedi consigliati

Per individui sani che lamentano ricorrenti calli ai piedi, il trattamento più indicato consiste nell’utilizzo di agenti cheratolitici (agenti che ammorbidiscono, allentano e aiutano a rimuovere lo strato superiore della cute) da applicare sulle zone interessate.
Tali prodotti contengono particolari sostanze, quali:

  • alfa-idrossiacidi, come l’acido glicolico, un acido esfoliante perfetto per rinnovare la cute;
  • agenti esfolianti preparati con beta-idrossiacidi, come l’acido salicilico, dotato di proprietà leviganti;
  • urea, che favorisce l’esfoliazione cutanea rendendo la pelle morbida e levigata.

In alternativa al trattamento con agenti chimici, questi ispessimenti cutanei possono essere levigati in modo meccanico con la pietra pomice, dopo aver effettuato un pediluvio in maniera tale da ammorbidire l’area da trattare.

Un altro trattamento per levigare i calli consiste nell’uso di uno specifico rasoio per calli, seguito dall’applicazione di creme antibatteriche per minimizzare il rischio di infezioni.

Per la cura del callo si possono applicare localmente dei cerotti callifughi che hanno diverse funzioni:

  • proteggere contro lo sfregamento e la pressione;
  • donare sollievo rapido dal dolore e dalla pressione;
  • idratare e ammorbidire i calli favorendone la rimozione.

Ideato appositamente per l’eliminazione dei calli che si formano tra le dita dei piedi COMPEED® Cerotti per Calli – Interno Dita contiene idrocolloidale che dona rapido sollievo dal dolore e proteggere contro ulteriori sfregamenti, idratando e ammorbidendo il callo per favorire la rimozione. Poi l’acido salicilico contenuto nel prodotto aiuta ad eliminare la cute morta che costituisce il callo, accelerando il processo di guarigione.

Per aiutare a prevenire la formazione di strati di pelle indurita si possono utilizzare cerotti specifici, che forniscono un’idratazione prolungata, come COMPEED® Cerotti per Calli – Idratanti. Dotato di un’imbottitura, questo tipo di cerotto serve da protezione contro lo sfregamento e la pressione, combattendo i calli sul nascere.

Quando rivolgersi al medico

In genere, è necessario richiedere i trattamenti di un podologo, un medico specializzato nella cura dei piedi, quando la lesione diviene grave e dolorosa.

Per quanto riguarda i pazienti diabetici e tutti i soggetti che presentano una scarsa circolazione del sangue agli arti inferiori, la presenza di uno o più calli potrebbe provocare serie conseguenze pertanto l’assistenza di un medico è indispensabile per prevenire possibili complicanze. Chi soffre di disturbi che compromettono la circolazione del sangue rischia maggiormente di sviluppare ulcere ai piedi quando la cute viene danneggiata.

Consigli del farmacista

Come per la maggior parte dei disturbi e delle patologie conosciute, la miglior cura per i calli è indubbiamente la prevenzione. Ecco alcune linee guida da seguire per evitare la formazione di calli da attrito:

  • praticare spesso pediluvi caldi;
  • mantenere i piedi asciutti e puliti;
  • non camminare scalzi;
  • utilizzare sempre i calzini di cotone, meglio se senza cuciture rigide;
  • scegliere scarpe comode e adatte alle dimensioni dei piedi;
  • cambiare spesso scarpe e calzini;
  • utilizzare plantari morbidi, perché attenuano eventuali urti e pressioni del piede contro le scarpe;
  • massaggiare la pelle con creme idratanti e nutrienti per mantenere elastica la cute.