Carenza di magnesio

by patologie_farmacia1_wp
Carenza di magnesio

A cosa serve il magnesio

Il magnesio è un minerale che svolge un ruolo importante nel nostro organismo, perché contribuisce all’attività nervosa e a quella muscolare, alla formazione dello scheletro, a regolare la pressione arteriosa, al metabolismo dei grassi e alla sintesi proteica.

Il magnesio viene assorbito dall’intestino tenue per poi essere filtrato dai reni. Viene espulso dal nostro corpo attraverso le urine, le feci e il sudore.

In caso di carenza di magnesio, l’organismo tende a mantenere costanti i livelli cellulari utilizzando le riserve che si trovano nelle ossa e nel fegato.

Sintomi carenza di magnesio

Normalmente un lieve deficit di magnesio è asintomatico. Quando invece la carenza di magnesio è rilevante, allora si manifestano sintomi fisici e mentali. I sintomi fisici della carenza di magnesio comprendono: malessere generale, stanchezza, nausea, inappetenza, tremori e mancanza di coordinazione, debolezza muscolare, crampi addominali, aritmie cardiache e ipertensione arteriosa.

La carenza di magnesio può portare anche a sintomi neurologici come: confusione mentale, variabilità dell’umore, depressione, irritabilità e insonnia.

Cause carenza di magnesio

Le cause della carenza di magnesio includono:

  • Importanti perdite di magnesio per diarrea e vomito protratti nel tempo, terapia con specifici farmaci (come diuretici o lassativi), attività sportiva intensa e prolungata, insufficienza renale cronica.
  • Ridotto assorbimento intestinale per alcune condizioni mediche come pancreatite, morbo di Crohn, colite ulcerosa, morbo celiaco.
  • Malattie della tiroide o delle paratiroidi.

Come assumere il magnesio

In caso di carenza di magnesio di lieve entità, questo minerale può essere assunto attraverso alimenti ricchi di questo micronutriente, come le verdure a foglia verde (come spinaci e bieta), le arachidi, le mandorle e i cereali integrali.

Il magnesio può essere assunto per via orale mediante integratori che contengono i suoi sali, come magnesio citrato, magnesio carbonato, il magnesio solfato, il magnesio aspartato o il cloruro di magnesio.

Nei casi più gravi, se gli integratori dei sali di magnesio non sono sufficienti a colmare la carenza, si ricorre alla somministrazione di magnesio solfato per via intramuscolare.