Carenza di progesterone

by patologie_farmacia1_wp
Carenza di progesterone

A cosa serve il progesterone

Legato al ciclo ormonale femminile, il progesterone regola l’ovulazione. La funzione principale di questo ormone è quella di preparare l’utero all’impianto dell’embrione e al suo mantenimento in gravidanza. Per tale motivo, la quantità di progesterone aumenta dopo l’ovulazione, attivando modifiche a livello delle mucose dell’utero in modo da predisporre l’apparato genitale femminile ad ospitare l’ovulo fecondato per tutta la gravidanza.

Il dosaggio di progesterone è utile per comprendere se ci sono disfunzioni del ciclo mestruale o inibizioni dell’attività ovarica. Infatti, se il progesterone viene prodotto in quantità ridotte rispetto alla norma, l’endometrio potrebbe non essere pronto all’impianto della cellula uovo fecondata oppure l’ovulazione potrebbe non avvenire (ciclo anovulatorio). Questo comporta irregolarità delle mestruazioni e difficoltà di concepimento.

In gravidanza, invece, una carenza di progesterone può essere indicativa di complicanze, quali gravidanza ectopica, distacco della placenta e rischio di aborto. Quindi, il dosaggio di questo ormone permette di individuare le cause alla base di queste problematiche e di monitorare che la gestazione evolva normalmente.

Sintomi carenza di progesterone

Tra i sintomi della carenza di progesterone ci sono: irregolarità del ciclo mestruale irregolare (anticipato, doloroso o molto abbondante), assenza di mestruazioni (amenorrea), cicli emorragici e spotting.

Cause carenza di progesterone

Si hanno bassi livelli di progesterone nel periodo della premenopausa.Tra le altre cause che possono provocare una carenza di progesterone ci sono:

  • Sindrome dell’ovaio policistico
  • Insufficienza ovarica precoce
  • Stress psicofisico
  • Diete rigide e sbalzi di peso
  • Disfunzioni ovariche causate dall’obesità
  • Disturbi a carico della tiroide, sia nel senso di uno scarso funzionamento (ipotiroidismo) che di un’attività eccessiva (ipertiroidismo)
  • Disfunzioni dell’ipotalamo o ipofisi
  • Tumori delle ghiandole surrenali
  • Tumori ovarici

Durante la gravidanza il progesterone in quantità ridotte può essere associato a:

  • Gravidanza ectopica, ossia quando l’impianto dell’embrione avviene in sedi diverse dalla cavità uterina
  • Distacco di placenta
  • Aborto oppure morte del feto
  • Preeclampsia o gestosi

Come assumere il progesterone

Si può reintegrare la quantità necessaria di progesterone con compresse da assumere per via orale, con iniezioni intramuscolari oppure con creme e ovuli vaginali ad uso locale.

In caso di carenza di progesterone si possono seguire anche rimedi naturali come assumere integratori come Longlife Dioscorea a base di dioscorea villosa (o igname selvatico), le cui radici contengono la diosgenina, una saponina steroidea che favorisce la sintesi endogena degli ormoni steroidei.