Cefalea tensiva

by patologie_farmacia1_wp

Cos’è la cefalea tensiva

La cefalea tensiva è un disturbo che comporta un dolore di tipo costrittivo di intensità da lieve a moderata e localizzato in modo bilaterale alla testa. Questo tipo di cefalea può essere episodica, se gli attacchi durano da 30 minuti a diverse ore e compaiono per meno di 15 giorni al mese, oppure cronica, se si presenta in modo più o meno costante per 15 o più giorni al mese per un periodo di circa 6 mesi all’anno. Spesso la cefalea tensiva coinvolge la cervicale e in alcuni casi la tensione può provocare alterazioni della vista, l’equilibrio o la forza fisica.

Sintomi della cefalea tensiva

A differenza dell’emicrania, le cefalee tensive solo in rari casi sono aggravate da sensibilità alla luce e ai rumori forti. In genere la persona colpita da tale cefalea può sentire:

  • una fascia stretta intorno alla testa,
  • un dolore costante su entrambi i lati,
  • un dolore che si diffonde dal collo.

Altri sintomi possibili sono:

  • difficoltà ad addormentarsi e a mantenere il sonno,
  • stanchezza e irritabilità,
  • sensibilità alla luce o al rumore,
  • lieve nausea nella forma cronica,
  • trarre beneficio dall’attività fisica o dal movimento.

Cause della cefalea tensiva

Questo tipo di cefalea è provocata da contrazioni o tensioni muscolari nelle regioni della testa e del collo, dovute a vari fattori tra cui:

  • il mantenimento di una determinata postura nel corso di stress fisici, come può accadere agli addetti ai videoterminali;
  • la presenza di problematiche depressive o ansiose.

Spesso il riposo e il rilassamento attenuano in modo significativo il disturbo.

Cefalea tensiva cronica

La cefalea di tipo tensivo, soprattutto se associata a contrattura muscolare cervico-nucale, può portare alle vertigini, che si caratterizzano per la sensazione che il corpo si stia spostando rispetto all’ambiente o viceversa.
Talvolta, anche nella forma cronica possono insorgere le vertigini associate a lieve nausea, fastidio verso le fonti di luce (fotofobia), fastidio ai rumori (fonofobia), sensazione di stanchezza, difficoltà di concentrazione e disturbi del sonno.

Cefalea muscolo-tensiva

Causata dalla contrazione dei muscoli del collo e delle spalle, la cefalea muscolo-tensiva generalmente consiste in un dolore percepito come una fascia che stringe intorno alla testa. Il dolore parte generalmente dalla nuca o nell’area attorno agli occhi, poi si diffonde a tutta la testa.

Cefalea tensiva vertigini

La cefalea è il termine generico per definire tutte le tipologie di dolori alla testa esistenti. L’emicrania è un tipo di cefalea caratterizzato da un dolore intenso e ricorrente che coinvolge in genere un solo lato della testa.

Trattamento e rimedi consigliati

Esistono diverse modalità terapeutiche, farmacologiche e non farmacologiche per ridurre la frequenza e l’intensità degli episodi di cefalea di tipo tensivo.
Per curare il disturbo possono essere assunti medicinali per il dolore, come l’ibuprofene o l’aspirina.

Qualora i medicinali da banco per il dolore non fossero sufficienti per trattare le ricorrenti cefalee da tensione, il medico di base potrebbe prescrivere miorilassanti, che aiutano a fermare le contrazioni muscolari.

Per sopportare meglio lo stress potrebbe essere indicato l’uso di antidepressivi inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina in grado di stabilizzare i livelli di serotonina nel cervello.
L’impiego nella profilassi della cefalea di tali farmaci antidepressivi è particolarmente indicato negli individui affetti da cefalea tensiva che presentano forme miste di ansia e depressione.

Altri trattamenti che possono contribuire ad alleviare il mal di testa da tensione sono:

  • possono contribuire ad alleviare il mal di testa da tensione;
  • corsi sulla gestione dello stress dove apprendere metodi per affrontare lo stress e alleviare gli stati d’ansia;
  • sedute di agopuntura, una terapia alternativa in grado di ridurre lo stress e la tensione attraverso l’applicazione di sottili aghi in specifiche aree del corpo.

Quando rivolgersi al medico

Molto spesso per curare il dolore causato dalla cefalea di tipo tensivo si ricorre a medicinali a base di paracetamolo oppure ad antidolorifici. Tuttavia, gli specialisti suggeriscono di evitare di abusare di un trattamento autonomo del mal di testa che, al contrario, può portare ad un ritardo della diagnosi precisa.

Consigli del farmacista

Alcuni rimedi naturali per la cefalea tensiva sono:

  • applicare un impacco caldo o una borsa del ghiaccio sulla testa per 5 o 10 minuti diverse volte al giorno;
  • fare un bagno o una doccia calda per rilassare i muscoli tesi;
  • migliorare la propria postura;
  • prendersi frequenti pause quando si lavora al computer in modo da evitare l’affaticamento degli occhi.