Cellulite

by patologie_farmacia1_wp

Cos’è la cellulite

La cellulite (pannicolopatia edemato fibrosa) è un disturbo degenerativo del tessuto adiposo sottocutaneo, che comporta lo sviluppo di noduli e depositi di grasso eccessivo. Questo inestetismo si manifesta con avvallamenti o buchi visibili sulla pelle, che conferiscono quello che comunemente viene chiamato “aspetto a buccia d’arancia”.

Sintomi cellulite

Esistono diversi tipi di questo inestetismo, che possiamo classificare in base alla gravità ed ai sintomi della cellulite:

  • I° stadio cellulite edematosa: stasi di liquidi nella classiche zone in cui si accumulano (cosce, glutei, fianchi e braccia).
  • 2° stadio cellulite fibrosa: si inizia a formare l’aspetto “a buccia d’arancia” con buchi e avvallamenti sulla pelle.
  • 3° stadio cellulite sclerotica: il tessuto cutaneo risulta duro, da profilo irregolare e si formano dei macrogranuli dolenti al tatto.

Cause cellulite

Sono diverse le cause della cellulite, che colpisce prevalentemente le donne in età fertile ed è imputabile principalmente a fattori ormonali e vascolari, ai quali possono se ne possono associare altri di rischio, in grado di favorirne la comparsa.
Tra le principali cause della cellulite troviamo:

  • Ormoni: eccessiva attività degli estrogeni che comporta ritenzione idrica.
  • Genetica: maggiore attività ormonale, fragilità capillare, cattiva circolazione.
  • Alterazione della circolazione: rallentamento dei circolo sanguigno e linfatico provoca una sofferenza delle cellule adipose che tendono a rompersi; il loro contenuto si espande così nello spazio tra le cellule richiamando altra acqua, comprimendo il microcircolo ed impedendone il corretto funzionamento, aumentando l’infiammazione.
  • Stress: vita frenetica, scarso riposo notturno.
  • Cattive abitudini: alimentazione ricca di grassi e zuccheri, abuso di alcol, scarpe inadatte, vestiti troppo stretti e sedentarietà.
  • Sovrappeso.

Cellulite orbitale

La cellulite orbitale è un’infezione che interessa il tessuto all’interno dell’orbita e quello che sta intorno e dietro l’orecchio. Questa patologia si presenta sotto forma di una neoformazione calda e dolente che si estende rapidamente (5-10 giorni) provocando anche un difetto pupillare, l’alterazione della visione e della mobilità oculare.
Nella maggior parte dei casi la cellulite orbitale è una complicazione della sinusite, specialmente quella etmoidale, legata alla presenza di microrganismi.
I sintomi della cellulite orbitale sono:

  • Alterazione della visione e della mobilità oculare.
  • Edema delle palpebre.
  • Palpebre arrossate e calde.
  • Rigonfiamento della congiuntura e verso l’esterno del bulbo oculare,
  • Dolori all’occhio.
  • In alcuni casi anche febbre, nausea, vomito e debolezza.

Per il trattamento della cellulite orbitale è prevista la terapia antibiotica e per la prevenzione è invece necessario seguire un’adeguata terapia per la sinusite.

Cellulite gambe

La cellulite si forma prevalentemente sulle gambe perché l’accumulo di liquidi in questa parte del corpo è molto più frequente, soprattutto nelle donne, a causa di fattori genetici e ormonali. A livello degli arti inferiori poi, alcuni fattori interferiscono pesantemente, come la circolazione venosa (che riporta il sangue al cuore): quando subentrano condizioni che interferiscono sul funzionamento si assiste ad un rallentamento del circolo sanguigno, una stasi che favorisce l’insorgere della cellulite.

Cellulite in gravidanza

La cellulite in gravidanza è uno degli inestetismi più diffusi. Durante i 9 mesi di gestazione, infatti, gli ormoni aumentano, favorendo gli accumuli adiposi necessari al fabbisogno del feto. Inoltre, subentrano cambiamenti nel metabolismo e, il peso della pancia e le difficoltà circolatorie, possono accentuare la stasi delle tossine che si infiltrano nei tessuti, riducendo la capacità di depurazione dalle sostanze di scarto. Tutte queste alterazioni favoriscono l’insorgere della cellulite in gravidanza, periodo nel quale è quindi particolarmente importante bere molta acqua per eliminare le tossine e seguire una corretta alimentazione.

Cellulite infettiva

La cellulite infettiva è un’infezione batterica del tessuto sottocutaneo, ovvero un’infiammazione acuta e grave del derma e degli strati sottocutanei. Le cause sono streptococchi e stafilococchi e, tra i fattori di rischio, ci sono lesioni e fessurazioni sulla cute (screpolature, tagli, vesciche, ustioni, punture d’insetto…)
Soprattutto i pazienti immunocompromessi e obesi sono esposti al rischio.
I sintomi della cellulite infettiva sono dolore e infiammazione cutaneo e spesso febbre, Tra le complicanze ci sono lesioni papulo – pustolose sulla pelle, linfoadenomegalie, estensione dell’infezione nel sangue e fascite necrotizzante. La cura prevede la somministrazione di antibiotici e antidolorifici.

Trattamento e rimedi consigliati

Il trattamento per la cellulite è volto soprattutto alla prevenzione e, per molti aspetti è simile a quello proposto per l’obesità. Il concetto generale prevede il miglioramento delle stile di vita (alimentazione ed esercizio fisico regolare). Inoltre è possibile contribuire al trattamento con creme specifiche contro la cellulite ricche di principi attivi che combattono l’effetto a buccia d’arancia. Tra i migliori ingredienti ci sono gli estratti di avocado, mandorle, jojoba e karitè. Rusco, edera e centella sono ideali per chi ha problemi di circolazione, mentre gli estratti di alghe, caffeina e tè contrastano lo spessore dei pannicoli adiposi. Tra le migliori creme anticellulite troviamo Euphidra gel riducente e Somatoline Cosmetics snellente.
Nel trattamento della cellulite è utile anche il fango all’argilla, che previene e attenua gli inestetismi, tonifica e rimodella la silhouette. Il fango 3 argille di Bionike aiuta a migliorare la microcircolazione cutanea, il rinnovamento cellulare e favorisce l’elasticità della pelle, anche perché è arricchito con Liporedux, un complesso brucia grassi tonificante del tessuto cutaneo.

Quando rivolgersi al medico

La cellulite è un inestetismo che procura danni estetici. Tuttavia se si associano sintomi come dolore, infiammazione e febbre è importante rivolgersi al medico per accertamenti perché potrebbe trattarsi di cellulite infettiva.

Consigli del farmacista

La migliore strategia per combattere la cellulite consiste nella prevenzione per la quale è fondamentale:

  • Seguire un regime alimentare adeguato ricco di fibre, minerali, vegetali e frutti freschi. Evitare cibi grassi, ricchi di additivi, zuccheri, dolcificanti e coloranti.
  • Garantire lo stato di idratazione: bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno per favorire l’eliminazione delle sostanze rifiuto attraverso la diuresi.
  • Fare attività fisica regolarmente sia aerobica che anaerobica per il potenziamento muscolare.
  • Sottoporsi a massaggi drenanti.
  • Evitare posture scorrette.
  • Non fumare e/o abusare di alcol.