Crampi muscolari

by patologie_farmacia1_wp

Cosa sono i crampi muscolari

I crampi muscolari sono delle contrazioni di un muscolo (o di una fascia di muscoli) che si manifestano improvvisamente, causando un intenso dolore.
Possono comparire sia per un affaticamento durante l’attività fisica, sia mentre si sta a riposo. Anche se in genere sono innocui, i crampi muscolari possono rendere temporaneamente impossibile utilizzare il muscolo colpito a causa dell’intenso dolore.

Sintomi dei crampi muscolari

I crampi si manifestano con spasmi involontari e improvvisi dei muscoli che provocano un dolore acuto e localizzato. Oltre al dolore, si potrebbe anche sentire o vedere un aggrovigliamento del tessuto muscolare sotto la pelle.

Cause dei crampi muscolari

Uno sforzo fisico prolungato, in particolare nei periodi caldi, può favorire il sopraggiungere dei crampi muscolari. Alcuni fattori possono aumentare il rischio di involontari e improvvisi spasmi ai muscoli tra cui l’età, la disidratazione, lo stato di gravidanza:

  • L’età. Le persone anziane perdono la massa muscolare, il muscolo residuo può diventare più lasco.
  • La disidratazione. Gli atleti, che si affaticano e sudano molto durante l’attività sportiva, spesso hanno crampi muscolari.
  • Lo stato di gravidanza. I crampi muscolari sono comuni durante la gravidanza e colpiscono soprattutto le gambe.

Alcuni crampi muscolari possono essere spia di una condizione medica tra quelle sottostanti:

  • Si potrebbe essere più a rischio di crampi muscolari se si è affetti da diabete, malattie al fegato o disturbi della tiroide.
  • La chiusura delle arterie che trasportano sangue alle gambe (arteriosclerosi delle estremità) può produrre dolori simili ai crampi a cosce, polpacci e piedi durante l’esercizio fisico. Questi disturbi di solito scompaiono dopo aver cessato lo sforzo fisico.
  • La compressione nervosa nella colonna vertebrale (stenosi lombare) può produrre dolori agli arti inferiori come se fossero dei crampi.
  • I crampi possono essere provocati anche da carenze di potassio e magnesio.

Crampi muscolari notturni

I crampi muscolari possono presentarsi durante il sonno, svegliando il soggetto in preda a forti dolori. Tale tipo di crampi è più comune nell’età anziana e durante il terzo trimestre di gravidanza.
Di notte i crampi alle gambe a volte si manifestano in condizioni patologiche (diabete e anemia).
Se si verificano con una certa frequenza, gli spasmi muscolari notturni potrebbero essere un segnale di carenza o squilibrio di sodio, potassio, magnesio, calcio e vitamina D.

Crampi muscolari alle gambe

Una quantità troppo bassa di potassio, calcio o magnesio nella dieta può contribuire a provocare i crampi nelle gambe. Oltre agli integratori di sali minerali da assumere per prevenire il fenomeno muscolare, il dolore acuto può essere alleviato con impacchi gelati o con spray refrigeranti, ma anche imponendo al muscolo un movimento di stretching nella direzione opposta a quella della contrazione.


Di solito si possono trattare i crampi muscolari con misure di auto-cura. Il medico può mostrare esercizi di stretching che possono aiutare a ridurre le possibilità di avere crampi muscolari. Assicurarsi di essere ben idratati può anche aiutare. Per crampi ricorrenti che disturbano il sonno, il medico potrebbe prescrivere un farmaco per rilassare i muscoli.

Se si ha un crampo, queste azioni possono fornire sollievo:

  • Fare stretching, cioè allungare delicatamente il muscolo per favorire il rilassamento. In caso di crampi alle gambe flettere i piedi, alzando le dita verso l’alto.
  • Massaggiare i muscoli colpiti dai crampi con delicatezza, usando le mani o del ghiaccio, per alleviare il dolore.
  • Assumere integratori di vitamina B per aiutare a gestire i crampi alle gambe.

Quando rivolgersi al medico

Di solito i crampi muscolari scompaiono da soli e sono raramente un fenomeno tale da richiedere assistenza medica. Tuttavia, è bene consultare il medico se i crampi:

  • sono associati a gonfiori delle gambe o delle caviglie
  • sono accompagnati da febbre, rossore o calore nell’area interessata
  • sono seguiti da debolezza muscolare
  • compaiono troppo frequentemente o durante sforzi di modesta entità

Rivolgersi al medico anche quando insieme al disturbo si presentano sintomi come tachicardia e difficoltà respiratorie.

Consigli del farmacista

È possibile prevenire i crampi muscolari apportando delle modifiche nelle abitudini giornaliere e nell’alimentazione:

  • evitare sforzi troppo intensi rispetto al proprio stato di allenamento
  • praticare lo stretching al termine di esercizi fisici
  • seguire una dieta equilibrata
  • mantenersi ben idratati
  • assumere cibi ricchi di sali minerali (potassio e magnesio), antiossidanti, calcio e vitamina B
  • non bere alcolici
  • indossare abiti traspiranti