Dermatite da pannolino

by patologie_farmacia1_wp

Cos’è la dermatite da pannolino

La dermatite da pannolino, nota anche come eritema o irritazione da pannolino è un’infiammazione della pelle nella regione inguinale e dei genitali. Questa condizione è molto comune nei bambini, specialmente dopo i 6 mesi, quando iniziano a stare seduti, ma può insorgere anche negli anziani che soffrono di incontinenza urinaria.

Sintomi dermatite da pannolino

I sintomi della dermatite da pannolino comprendono solitamente:

  • Rash cutaneo intenso e doloroso.
  • Arrossamento della pelle.
  • Gonfiore della parte interessata.
  • Bollicine (in caso insorga un’infezione batterica o fungina).

Cause dermatite da pannolino

Le cause della dermatite da pannolino nei bambini piccoli possono essere diverse:

  • Irritazione da feci e/o urina: possono irritare la pelle in corrispondenza delle natiche e dei genitali, soprattutto se il tempo di permanenza delle deiezioni nel pannolino è molto lungo.
  • Variazione dei cibi ingeriti: quando il bambino cambia tipo di alimentazione (ad esempio quando inizia ad assumere cibi solidi) produce feci di una consistenza diversa e in maggiori quantità, determinando una possibile irritazione più o meno intensa.
  • Alimentazione errata della madre: durante l’allattamento, se la madre assume determinati cibi, il latte può provocare degli effetti indesiderati nel bambino, come l’irritazione sulle natiche.
  • Materiale del pannolino: la qualità dei materiali con i quali viene realizzato il pannolino stesso può provocare un’irritazione della pelle del bambino. Per i pannolini in tessuto lavabili potrebbe dipendere dal detergente usato per il loro lavaggio.
  • Proliferazione batterica o fungina: natiche, cosce e genitali sono luoghi soggetti alla proliferazione di funghi e batteri, perché si tratta di zone del corpo caldo-umide. I pannolini rendono queste parti ancora più vulnerabili, perché a contatto con la pelle aumentano il calore e il tasso di umidità. Le zone più a rischio poi sono le pieghe cutanee.
  • Pelle sensibile: è tipica dei bambini e soggetta alla dermatite atopica.
  • Pannolino troppo stretto che sfrega sulla pelle.
  • Assunzione di antibiotici: uccidono anche i batteri “buoni” favorendo la moltiplicazione fungina.

Dermatite da pannolino anziani

La dermatite da pannolino negli anziani è molto frequente perché la loro cute è molto sensibile. Con l’invecchiamento, infatti, la pelle diventa secca e perde elasticità, a causa delle modificazioni fisiologiche dell’organismo. Indossando pannolone per l’incontinenza, la pelle tende quindi ad arrossarsi facilmente e a rompersi, a causa della scarsa idratazione.
I fattori di rischio della dermatite da pannolino negli anziani sono il contatto prolungato con l’urina e/o le feci, che lacerano la pelle, determinando la comparsa delle tipiche bollicine e degli arrossamenti. Le irritazioni, inoltre, possono essere dovute all’utilizzo di pannoloni per l’incontinenza non idoneo o utilizzato in modo non corretto.

Trattamento e rimedi consigliati

La dermatite da pannolino negli anziani può essere trattata con rimedi naturali o con prodotti specifici. Tra quelli naturali ci sono gli oli puri o arricchiti con estratti di mandorle dolci, camomilla o calendula, dalle proprietà antinfiammatorie e calmanti.
Tra i prodotti specifici troviamo invece MoliCare Skin, una crema che previene la dermatite da pannolino creando una sorta di barriera tra la cute ed il pannolino stesso, facendo scivolare l’urina, impedendo che entri in contatto con la cute. Lo zinco al suo interno, infatti, è noto per le sue proprietà antinfiammatorie, astringenti ed emollienti, e dona un immediato sollievo dei sintomi.
Anche nei bambini, se la dermatite non è associata a infezioni di tipo batterico e fungino, si usano creme a base di ossido (o pasta) di zinco, che il genitore applica ad ogni cambio di pannolino e sulla cute asciutta e pulita, per prevenire l’infiammazione ma anche curare i sintomi.
Tra i prodotti consigliati per il trattamento e la prevenzione della dermatite da pannolino nei bambini la pasta lenitiva Bepanthenol e la pasta protettiva Mustela.

Quando rivolgersi al medico

Quando l’arrossamento della dermatite da pannolino non tende a migliorare nonostante il trattamento, anzi peggiora, ed il bambino (o la persona anziana) è particolarmente insofferente, potrebbe trattarsi di una dermatite sovrapposta ad un’infezione batterica o fungina, quindi è consigliabile rivolgersi al pediatra o al medico.

Consigli del farmacista

Prevenire la dermatite da pannolino è possibile seguendo alcuni pratici consigli:

  • Cambiare spesso il pannolino.
  • Lavare il sedere del bambino dopo ogni cambio di pannolino, sciacquando accuratamente anche cosce e i genitali.
  • Non usare salviettine che contengono alcol.
  • Asciugare accuratamente natiche, genitali e cosce, senza strofinare, ma tamponando delicatamente con un panno morbido.
  • Lavare accuratamente i pannolini in tessuto lavabile.
  • Applicare ad ogni cambio o comunque regolarmente la pasta all’ossido di zinco.
  • Chi cambia il pannolino deve lavarsi prima accuratamente le mani.