Dermatite seborroica

by patologie_farmacia1_wp

Cos’è la dermatite seborroica

La dermatite seborroica è una malattia infiammatoria cronica della pelle (conosciuta anche come eczema seborroico) che colpisce prevalentemente il cuoio capelluto, ma non solo: può comparire anche su alcune parti del viso come attaccatura dei capelli, sopracciglia, dietro le orecchie, lati del naso, oltre che pieghe delle ascelle, inguine e torace. Come tutte le dermatiti, anche quella seborroica è caratterizzata da arrossamento, infiammazione e irritazione della zona interessata, sintomi associati ad una sensazione di prurito.

Sintomi della dermatite seborroica

I sintomi della dermatite seborroica più comuni sono:

  • Presenza di piccole desquamazioni di colore giallastro o biancastro simili alla forfora
  • Prurito continuo
  • Sensazione di bruciore
  • Arrossamento
  • Pelle oleosa
  • Sensazione di dolore al cuoio capelluto

Cause dermatite seborroica

La dermatite seborroica si manifesta nella zone del corpo caratterizzate da un’elevata presenza di ghiandole sebacee e, quindi, di sebo, una sostanza grassa e acida molto importante per l’organismo: protegge, infatti, l’epidermide dall’attacco continuo degli agenti esterni, rendendo più morbido il fusto del capello e del pelo. Quando però il sebo viene prodotto in eccesso dalle ghiandole sebacee, favorisce la proliferazione del fungo Pityrosporum Malassezia, che si nutre di sebo, e la sua presenza determina la manifestazione dei sintomi tipici della patologia.
Ma quali sono le cause della dermatite seborroica? Tra i fattori di rischio più comuni troviamo:

  • Predisposizione genetica
  • Stress, vita frenetica
  • Variazione dell’umore
  • Variazioni ormonali
  • Patologie del sistema immunitario
  • Scarsa igiene
  • Fattori climatici (caldo eccessivo e umidità)
  • Detersione con agenti irritanti
  • Tricollomania (mania di toccare continuamente i capelli)
  • Utilizzo smodato di piastre e spazzole

Dermatite seborroica nei bambini

La dermatite seborroica nei bambini è molto comune. Questa patologia infiammatoria, infatti, si presenta spesso alla nascita, nei primi mesi di vita e/o durante l’adolescenza.
In età pediatrica, e soprattutto nei neonati, è molto diffusa e conosciuta come crosta lattea, ma non presenta sintomi fastidiosi come negli adulti. La crosta lattea, infatti, non causa prurito ma solo la comparsa di piccole scaglie o squame giallastre, principalmente sul cuoio capelluto, ma che possono comparire anche nei pressi dell’attaccatura dei capelli, intorno alle sopracciglia e in altre zone del volto.
La dermatite seborroica nei bambini in età neonatale, ma anche in quelli più grandi, non necessita di particolari trattamenti, anzi, solitamente si risolve spontaneamente. Solo in rari casi è necessario un consulto medico, di un pediatra o dermatologo, che potrà decidere se intraprendere una terapia farmacologica. Nella maggior parte dei casi basta qualche accortezza in termini d’igiene e per la gestione dei sintomi estetici:

  • Fare un bagnetto al giorno con prodotti emollienti, idratanti, delicati e rispettosi del pH della pelle, privi di sostanze irritanti, come Mustela Shampoo Mousse, studiato appositamente per prevenire ma anche trattare la crosta lattea.
  • Pettinare i capelli con una spazzola a setole morbide, evitando di sfregare le croste.
  • Massaggiare le zone interessate, prima della detersione, con prodotti vegetali e lasciare agire il prodotto per alcuni minuti per velocizzare il normale ripristino della cute.

Solo una variante rara di dermatite seborroica del lattante richiede il ricovero ospedaliero per i potenziali rischi di squilibrio elettrolitico e setticemia. Solitamente, invece, la dermatite si risolve spontaneamente, al massimo entro l’anno di vita.
La dermatite seborroica nei bambini adolescenti si verifica spesso con un andamento cronico, con ricadute frequenti, prevalentemente stagionali, e nei momenti di stress psico-fisico.

Dermatite seborroica capelli

La dermatite seborroica si manifesta prevalentemente sul cuoio capelluto e all’attaccatura dei capelli, quindi provoca un brutto effetto estetico: le squame giallastre e unte, infatti, si attaccano ai capelli, che tendono anche ad essere più grassi e lucidi. L’effetto estetico è molto simile a quello provocato dalla forfora, ma la dermatite seborroica è uno stadio infiammatorio successivo, quindi più grave, che dipende da un disequilibrio dello strato corneo della pelle, e non da cause esterne. Comunque il soggetto che ne soffre deve curare i capelli con dei prodotti delicati, emollienti e rispettosi del pH, meglio ancora se specifici, come lo shampoo Uriage DS Emulsione Regolatore della pelle.

Dermatite seborroica genitale

Seppur molto raramente, è possibile soffrire di dermatite seborroica genitale, un disturbo che si presenta con i tratti tipici della dermatite seborroica: prurito, rossore, desquamazione. Nella donna, la zona colpita è la vulva, nelle aree più colpite dai follicoli, con eruzioni cutanee che risentono molto di condizioni di affaticamento, stress e infezioni. Nell’uomo, la dermatite seborroica genitale, colpisce il glande, l’asta del pene e lo scroto, con la comparsa di papule squamose e pruriginose, che aumentano di volume fino a formare della placche anulari. Quasi sempre, quando la dermatite seborroica interessa le parti genitali, compare anche nelle altre zone del corpo in contemporanea.
Il trattamento prevede la somministrazione di creme cortisoniche, che però possono condurre ad assuefazione, quindi una valida alternativa è ALUSEB crema con Elukina, un principio attivo dalle proprietà antinfiammatorie che garantisce risultati ottimi e rapidi contro la dermatite seborroica genitale.

Dermatite seborroica e psoriasi

Molto spesso, a causa della sintomatologia simile, la dermatite seborroica viene confusa con la psoriasi, che invece colpisce generalmente le zone del corpo più secche: gomiti, ginocchia e dorso delle mani, che non vengono interessate dalla dermatite seborroica. La psoriasi inoltre, si presenta con squame bianche che difficilmente provocano prurito.

Trattamento e rimedi consigliati

Il trattamento classico per la dermatite seborroica si avvale soprattutto di farmaci ad uso topico, quindi creme, gel e shampoo, da applicare direttamente sulla zona interessata dall’infiammazione. Solo nei casi più gravi vengono prescritti dei medicinali da assumere per via orale.
I principi maggiormente impiegati per il trattamento della dermatite seborroica sono lo zinco, il selenio e l’acido salicilico, ma anche l’uso di farmaci corticosteroidi può rivelarsi utile, soprattutto in caso di sintomi più intensi.

Quando rivolgersi al medico

Se la sintomatologia lo permette, basta rivolgersi al proprio farmacista che può consigliare l’utilizzo di creme, gel e shampoo adatti. Dovete, invece, consultare il medico di fiducia se vi accorgete che:

  • l’infiammazione e il rossore si estendono nonostante i trattamenti.
  • si verifica una perdita di capelli consistente.

Consigli del farmacista

La dermatite seborroica è un patologia, spesso cronica, correlata al benessere psicofisico e all’igiene, quindi, è possibile prevenire il suo insorgere seguendo delle buone abitudini:

  • Lavare i capelli con prodotti delicati che non aggrediscono il cuoio capelluto
  • Spazzolare i capelli con una spazzola morbida e non troppo spesso
  • Non utilizzare cosmetici aggressivi e scadenti
  • Se insorgono i sintomi, sopportare il prurito per non aumentare la produzione di sebo innescando un circolo vizioso
  • Aromaterapia: inalazione di oli essenziali neurosedativi come lavanda, melissa, camomilla e arancio amaro.