Distacco della retina

by patologie_farmacia1_wp

Cos’è il distacco della retina

Il distacco della retina consiste nella separazione della retina dal tessuto sottostante all’interno dell’occhio. Il distacco della retina è una delle cause più frequenti di perdita improvvisa della vista. Di solito la patologia colpisce un solo occhio alla volta, però il secondo occhio deve essere controllato con attenzione per monitorare eventuali segnali di un possibile distacco imminente.

La retina è un tessuto molto sottile che riveste l’interno della parte posteriore dell’occhio ed è composta da una zona periferica e una piccola zona centrale (macula), che è particolarmente sensibile alla diminuzione del flusso sanguigno che si verifica con l’invecchiamento.

La maggior parte dei casi di distacco della retina è il risultato di una rottura retinica, di un buco o di uno strappo (talvolta con sanguinamento se nello strappo è incluso un vaso sanguigno della retina). Le rotture retiniche si possono verificare quando il vitreo (ossia il gel trasparente che si trova nel segmento posteriore dell’occhio) si separa dalla retina. Quando avviene lo strappo della retina, il liquido del gel vitreale può passare attraverso lo strappo e accumularsi dietro la retina creando il distacco della retina dalla parte posteriore dell’occhio.

Sintomi delil distacco della retina

I sintomi di un distacco della retina o di una rottura retinica che precede il distacco di retina possono essere la comparsa nel campo visivo di:

  • improvvisi lampi di luce

  • corpi mobili

Se si manifesta un’ombra che invade ogni parte della visione, vuol dire che la rottura retinica è progredita creando un distacco della retina.

Cause delil distacco della retina

Il distacco della retina può essere dovuto a:

  • trauma contusivo per l’occhio (per esempio un pugno nell’occhio)

  • trauma oculare da ferita causato da un oggetto appuntito

  • miopia elevata (superiore a 5 o 6 diottrie di miopia)

  • alcune malattie infiammatorie o genetiche degli occhi

  • diabete

  • processo di invecchiamento dell’occhio (come il distacco posteriore del vitreo)

  • chirurgia della cataratta

Cura per il distacco della retina

In caso di rottura retinica i fori o le lacerazioni possono essere trattati con la terapia laser o la crioterapia (congelamento) per impedire la loro progressione in distacco della retina.

Se si manifesta un reale distacco della retina, allora si interviene con tre possibili tipi di chirurgia oculare:

  • sclerale

  • pneumoretinopessia

  • vitrectomia

Tempi di recupero per il distacco della retina

La riparazione chirurgica del distacco della retina comporta diversi mesi di recupero, prima del ritorno della visione al suo livello finale. Il risultato finale della visione dipende, infatti, da diversi fattori tra cui:

  • Se è avvenuto il distacco della macula difficilmente ci sarà un ritorno alla normalità della visione centrale;

  • Se l’inserimento di una bolla di gas o aria in un occhio durante l’intervento. Nel determinare il risultato finale è importante mantenere il corretto posizionamento della testa.

Intervento chirurgico per il distacco della retina

Di solito la riparazione chirurgica di un distacco della retina riesce a riattaccare la retina. Una volta riattaccata la retina, la visione migliora e poi si stabilizza.

Un metodo innovativo per la riparazione del distacco della retina è la pneumoretinopessia. Il trattamento prevede l’utilizzo del laser o della crioterapia per sigillare il foro o lo strappo. Viene iniettata una bolla di gas direttamente all’interno della cavità vitrea dell’occhio per spingere la retina distaccata verso la parete esterna dell’occhio (sclera). Inizialmente la bolla di gas si espande e poi scompare nell’arco di alcune settimane. Se la pneumoretinopessia non ha un buon esito, si può intervenire con la chirurgia sclerale.

La chirurgia sclerale viene effettuata in anestesia generale o locale e i fori o gli strappi, individuati con il microscopio operatorio, vengono sigillati in uno di questi tre modi:

  • Diatermia: una corrente elettrica che riscalda i tessuti

  • Criosonda: congelamento

  • laser

Si interviene con la vitrectomia se il distacco della retina è complicato o grave come in caso di:

  • emorragia del vitreo (il sangue nella cavità vitreale non permette al chirurgo della retina di intervenire)

  • ampia rottura retinica

  • membrane (ossia tessuto extra) sulla retina

  • gravi infezioni negli occhi (endoftalmite)

Eseguito in ospedale sotto anestesia generale o locale, l’intervento prevede il taglio e l’asportazione del corpo vitreo e la successiva sostituzione con un gas per riempire l’occhio e riposizionare la retina. Successivamente il gas viene assorbito e sostituito da fluidi naturali dell’occhio.

Distacco della retina: cosa fare?

Appena compaiono i primi sintomi, ossia luci lampeggianti e corpi mobili nel campo visivo, è importante sottoporsi al più presto a una visita oculistica per un esame della retina, perché se si tratta solo di una rottura retinica, si potrebbe fare un trattamento laser evitando così il distacco di retina. La rottura che non è trattata in tempo è destinata a progredire in distacco, con perdita significativa della vista.

Consigli del farmacista

Si consiglia di prevenire le patologie agli occhi seguendo una dieta sana e particolarmente ricca di ricca di alimenti che contengono carotenoidi e vitamine antiossidanti come gli ortaggi verdi (spinaci e cavoli), alcuni tipi di frutta (kiwi e arance) e il tuorlo dell’uovo. In alternativa si suggerisce di assumere integratori di carotenoidi e vitamine antiossidanti.