Dolori articolari

by patologie_farmacia1_wp

Cosa sono i dolori articolari

Il dolore articolare (artralgia) è spesso associato all’infiammazione delle articolazioni (artrite).

Sintomi dei dolori articolari

Il dolore articolare può manifestarsi:

  • quando si sta a riposo o durante un’attività motoria che coinvolge l’articolazione infiammata;
  • in modo acuto o cronico;
  • in una singola articolazione o in diverse articolazioni del corpo.

Oltre ai dolori alle articolazioni, con l’infiammazione possono manifestare altri sintomi come:

  • calore, gonfiore e rossore della zona interessata dall’infiammazione;
  • eruzione cutanea, febbre e altri segni associati alla patologia che determina il dolore articolare.

Cause dei dolori articolari

La causa principale di dolore alle articolazioni è l’artrite che può essere: acuta o cronica.
A sua volta l’artrite acuta può essere dovuta a:

  • patologie autoimmuni (come artrite reumatoide e psoriasi) e croniche;
  • infezione virale o batterica anche in altre zone del corpo (come le infezioni del tratto digerente e delle vie urinarie), che provocano un’artrite reattiva;
  • malattia di Lyme, un’infezione trasmessa dalle zecche.

Tra le patologie che causano artrite cronica ci sono:

  • patologie autoimmuni e croniche;
  • artrite idiopatica giovanile, che colpisce i bambini;
  • osteoartrosi, che è comune negli anziani.

Dolori articolari in menopausa

Nelle donne in menopausa i dolori articolari sono dovuti principalmente all’artrosi, che colpisce in particolare le spalle e le piccole articolazioni. Tale disturbo è legato al calo di estrogeni, che hanno un’azione protettiva sulle articolazioni, mantenendole in salute. La riduzione di estrogeni porta a degli effetti negativi che sono amplificati nelle donne predisposte geneticamente, perché hanno un alterato recettore per gli estrogeni.

Pomata per dolori articolari

Per alleviare i dolori articolari, si utilizzano pomate medicinali antinfiammatorie e antidolorifiche come Voltaren, a base di diclofenac, un principio attivo con proprietà analgesiche appartenente alla famiglia degli antinfiammatori non steroidei (FANS).

In alternativa ai farmaci, un rimedio naturale per i dolori articolari è la pomata all’arnica montana, che ha un forte potere antidolorifico.

Dolori articolari notturni

I dolori notturni possono provocare microrisvegli privando il corpo del giusto riposo, con conseguente sensazione di fatica e sonnolenza durante il giorno.
Gli esercizi di stretching e, nel caso delle mani, esercizi di movimento delle dita (come suonare il pianoforte o lavorare a maglia) sono un modo molto efficace di ridurre i dolori notturni dovuti dall’artrite.

Trattamento e rimedi consigliati

Per il trattamento del dolore articolare è necessario individuare la causa scatenante e adottare la terapia in grado di donare sollievo dal dolore e aumentare la qualità di vita del paziente.

  • Se il dolore articolare è causato da una malattia autoimmune (come l’artrite reumatoide), si utilizzano farmaci che sopprimono il sistema immunitario.
  • Se la causa scatenante il dolore articolare è un’infezione, vengono prescritti degli antibiotici.
  • Se la causa è l’osteoartrite, vengono utilizzati gli integratori di glucosamina e le infiltrazioni di acido ialuronico.

Per alleviare la sintomatologia dolorosa, invece, è possibile:

  • assumere farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS);
  • immobilizzare l’articolazione con una benda o una stecca;
  • utilizzare impacchi freddi per ridurre l’infiammazione (almeno 15 minuti).

Quando infiammazione e dolore si sono attenuati, per conservare l’ampiezza di movimento e rinforzare la muscolatura, è utile fare delle sedute di fisioterapia.

Quando rivolgersi al medico

Occorre rivolgersi al medico se il dolore coinvolge più articolazioni e si manifestano i seguenti sintomi:

  • dolori articolari e muscolari;
  • ulcere orali, nasali o genitali;
  • dolore toracico, dispnea, tosse;
  • dolore addominale;
  • dolore o rossore oculare.

Per definire la diagnosi, il medico analizza alcuni aspetti della patologia articolare, tra cui:

  • l’intensità della sintomatologia dolorosa;
  • le modalità con il disturbo compare (se a riposo o in attività);
  • da quanto tempo persiste il dolore (se comparso all’improvviso o in modo graduale nel corso di un certo tempo);
  • la presenza di altri sintomi;
  • patologie articolari diagnosticate in precedenza.

Per accertare la causa del dolore articolare, è necessario anche eseguire degli esami, tra cui:

  • esami del sangue con velocità di eritrosedimentazione (VES), livelli di proteina c-reattiva, e dosaggio di anticorpi;
  • analisi del liquido articolare, mediante aspirazione articolare;
  • radiografia.

L’analisi del liquido articolare può rivelare la presenza di un’infezione o della gotta. Indicatori di infezione sono anche i valori elevati di VES e proteina C-reattiva.
A volte il medico richiede esami più specifici tra cui la risonanza magnetica nucleare (RMN).

Consigli del farmacista

Oltre ad una dieta sana che contribuisce alla nutrizione delle ossa e alla prevenzione delle infiammazioni, per alleviare i dolori articolari si può bere l’infuso di zenzero, un analgesico naturale.

Inoltre, praticando degli esercizi leggeri che coinvolgono le articolazioni doloranti, l’articolazione stessa e la cartilagine possono risultare meno intorpidite e bloccate.