Follicolite

by patologie_farmacia1_wp

Cos’è la follicolite

La follicolite è un’infiammazione e infezione acuta della parte superiore del follicolo pilifero, la formazione epidemica che affonda nel derma, costituita dal pelo e dalle sue guaine. In pratica si parla di follicolite quando compaiono i classici “brufoletti” in qualsiasi zona del corpo ricoperta di peli più o meno evidenti (quindi ovunque tranne che sul palmo della mani e sulle piante dei piedi).

Sintomi follicolite

I sintomi della follicolite più comuni sono:

  • Dolore lieve
  • Prurito
  • Irritazione
  • Conformazione di una pustola giallastra o di un nodulo infiammatorio

Un altro segnale può essere la caduta o la facile rimozione dei peli che, una volta caduti lasciano posto a delle nuove pustole che scoppiando formano delle crosticine.

Cause follicolite

Le cause della follicolite sono diverse e non sempre è facile individuarle. Solitamente, sono le infezioni la principali responsabili, ed in particolare le follicoliti infettive sono provocate dalla presenza di:

  • Batteri.
  • Funghi.
  • Virus.

La forma più diffusa è la follicolite batterica causata dallo Staphylococcus aureus, un microrganismo presente a livello delle mucose che, in condizioni normali, non provoca fastidi ma che in alcuni casi può proliferare e dare origine a diversi tipi di infezioni, come la follicolite.

Esistono poi dei fattori di rischio che aumentano le probabilità di andare incontro al problema:

  • Sudorazione eccessiva.
  • Occlusione dei follicoli indotta da abiti aderenti.
  • Rasatura (soprattutto effettuata contro pelo).
  • Presenza di lesioni cutanee.
  • Dermatosi o altre patologie cutanee.
  • Immunodepressione.
  • Diabete mellito.
  • Obesità.
  • Punture o morsi di insetto.

Follicolite del cuoio capelluto

I follicoli piliferi che vengono interessati dalla follicolite si trovano con maggior densità nel cuoio capelluto, anche se sono presenti su tutto il corpo tranne che sulla pianta dei piedi e sul dorso delle mani. La follicolite del cuoio capelluto si manifesta con:

  • Arrosamento.
  • Infiammazione.
  • Croste.

In alcuni casi può manifestarsi anche una ipersecrezione delle ghiandole sebacee che può provocare prurito e anche dolore al cuoio capelluto. Questa forma di follicolite può anche provocare lesioni e alterare l’equilibrio idrolipidico della cute, con conseguenti abrasioni sul cuoio capelluto che facilitano la penetrazione dei germi e quindi infiammazioni del follicolo pilifero.
La follicolite del cuoio capelluto è causata, nella maggior parte dei casi, da un batterio, lo Staphylococcus aureus, responsabile dell’infiammazione causata da trattamenti aggressivi.

Follicolite da depilazione

La follicolite da depilazione nelle donne si può sviluppare nelle zone normalmente depilate:

  • Ascelle.
  • Inguine.
  • Gambe.
  • Braccia.

Per gli uomini è molto frequente sul viso, a seguito della rasatura da barba.
La follicolite da depilazione si presenta con piccole pustole a livello del follicolo pilifero, inizialmente solo arrossate, ma che poi solitamente, si infettano. I sintomi sono prurito e arrossamento e, se ci si gratta, l’infezione può dar luogo a vere e proprie foruncolosi o alla sovrapposizione di altri batteri.
Per evitare la follicolite da depilazione è importante mantenere la pelle sempre ben idratata e fare degli scrub per eliminare le cellule cornee in eccesso. Gli uomini che usano il rasoio, devono utilizzare un detergente antisettico prima della rasatura e, successivamente, asciugare bene le zone interessate per poi usare una crema antinfiammatoria non steroidea. Stessa prassi è indicata prima e dopo la ceretta.

Follicolite batterica

Si parla di follicolite batterica quando questa è causata, come nella maggior parte dei casi, da batteri, tra i quali il più comune è lo Staphylococcus aureus, ma sono diversi quelli che possono dar origine al problema, come l’Escheria coli, la Serratia marescens, la Klebsiella e il Proteus mirabilis.

La follicolite batterica può insorgere in seguito ai trattamenti epilatori e depilatori come la semplice rasatura, oppure dopo lesioni meccaniche o traumi chimici a livello della cute che provocano la deformazione del fusto del pelo. Altra causa scatenante può essere il contatto diretto con oggetti o superfici infette da miceti (come docce o spogliatoi) che provocano la follicolite fungina.

Trattamento e rimedi consigliati

Il trattamento dipende dal tipo di follicolite e dall’estensione delle lesioni. Si rende necessario, quindi, individuare l’agente causante e fare una diagnosi per determinare il rimedio più adeguato.

  • Follicolite superficiale: accurata igiene del corpo e in particolare della zona interessata con utilizzo esclusivo di saponi neutri e delicati.
  • Follicolite infettiva: è scatenata da batteri, funghi o virus e la terapia varia in base all’agente patogeno; per la follicolite post depilazione è utile utilizzare un detergente antisettico che allevia i sintomi dell’infiammazione, come Dermoflan Dermatiti, da associare ad un farmaco topico che deve però essere prescritto dal medico, in quanto antibiotico.
  • Follicolite non infettiva: non richiede l’assunzione di antibiotici, antimicotici o antivirale ma solitamente viene curata attraverso la somministrazione topica o sistemica di cortisonici, ed è molto comune nei pazienti immunodepressi. Anche la fototerapia è talvolta efficace per il trattamento della follicolite non infettiva.

Tra i rimedi naturali per la follicolite (soprattutto non infettiva) più efficaci:

  • Filoterapia.
  • Creme naturali ad azione antinfiammatoria e lenitiva a base di aloe vera, bardana, ippocastano, biancospino e amamelide.
  • Applicazioni di argilla che ha un effetto antibatterico e disintossicante.
  • Impacchi con oli essenziali come timo, origano, salvia, mirto, arancio, cedro e canfora.
  • Impacchi di acqua calda e sale.

Quando rivolgersi al medico

Se i sintomi della follicolite peggiorano nonostante il trattamento o compaiono macchie e cicatrici, è bene rivolgersi al medico di fiducia che può provvedere alla prescrizione di una terapia antibiotica.

Consigli del farmacista

Per prevenire la follicolite è consigliabile:

  • Prevenire l’accumulo di sebo nella pelle utilizzando detergenti delicati, effettuando una pulizia accurata ed esfoliando la pelle dopo aver dilatato i pori con impacchi di acqua calda o del vapore.
  • Mantenere un livello alto di igiene cutaneo, soprattutto prima e dopo la depilazione/epilazione.
  • Non depilarsi durante le infezioni evidenti.
  • Utilizzare lamette nuove e disinfettate.
  • Ottimizzare il sistema immunitario.
  • Idratare la pelle.
  • Esfoliare la pelle regolarmente con scrub delicati che eliminano le cellule morte e lasciano la cute liscia.