Gengive irritate

by patologie_farmacia1_wp

Cosa sono le gengive irritate

Le gengive, ovvero quella porzione di tessuto molle che ricopre gli alveoli dentari, possono essere soggette a infiammazione e gonfiore. L’infiammazione delle gengive è un disturbo, noto anche come gengivite, che solitamente colpisce le zone comprese tra gli incisivi e i molari.

Sintomi delle gengive irritate

Quando c’è uno stato infiammatorio, le gengive cambiano aspetto: il colore rosa si trasforma in rosso fuoco e i loro contorni possono apparire sporgenti e irregolari. Questo stato di irritazione è accompagnato da alitosi, dolore gengivale, sensibilità e tendenza al sanguinamento durante la normale pulizia dei denti.

Cause delle gengive irritate

La scarsa o scorretta igiene orale può dar luogo a gengive infiammate e dolenti, perché l’accumulo di placca e i residui di cibo su gengive e denti favoriscono la proliferazione dei batteri.

Infiammazione e gonfiore gengivale possono essere dovuti anche a:

  • carenze di vitamine (vitamina C, acido folico o calcio) determinano problemi infiammatori che interessano anche le gengive;
  • variazioni degli ormoni (menopausa o gravidanza) portano a un aumento degli estrogeni e di conseguenza un maggiore afflusso di sangue alle gengive.

Altre cause frequenti comprendono:

  • sensibilità a dentifricio o collutorio
  • lesioni dovute a protesi dentarie o altri apparecchi dentali
  • lesioni dovute allo spazzolamento o al filo interdentale

All’origine dell’infiammazione delle gengive possono esserci altre condizioni patologiche del cavo orale quali: recessione gengivale, parodontite e scorbuto.

Colluttorio gengive irritate

Per alleviare il dolore bruciante derivato dalle gengive infiammate si può utilizzare un collutorio contenente clorexidina allo 0,20% ad azione antisettica e disinfettante che aiuta a combattere i batteri patogeni che causano la gengivite.

Quando si utilizza il collutorio è bene ricordarsi di:

  • eseguire i risciacqui dopo aver pulito accuratamente i denti con dentifricio e spazzolino;
  • trattenere il collutorio in bocca almeno 30 secondi prima di espellerlo.

Dentifricio per gengive irritate

L’irritazione gengivale è causata anche dalla placca batterica che si accumula sui denti e negli spazi interdentali. Spazzolare i denti quotidianamente con un dentifricio specifico può aiutare a mantenere la giusta igiene orale. In commercio di può trovare il dentifricio Parodontax Complete Protection che ha una formulazione contenente elevati livelli di bicarbonato di sodio, utile per rimuovere la placca. Grazie al fluoruro amminico e al fluoruro stannoso, anche il dentifricio Meridol per gengive irritate migliora l’igiene orale andando ad eliminare i residui di placca.

Trattamento e rimedi consigliati

Per curare le gengive infiammate non esiste un trattamento medico standard. Per indicare il trattamento più efficace si analizza la causa che ha provocato l’infiammazione delle gengive.

La pulizia dentale professionale è indicata quando le gengive infiammate dipendono da concrezioni di placca e tartaro sui denti. Mentre se è necessaria una pulizia più profonda si interviene con la levigatura radicolare, la rimozione del tartaro nascosto sotto la gengiva in prossimità delle tasche parodontali.

In caso di gravi infezioni gengivali potrebbero essere necessari un trattamento antibiotico oppure una cura farmacologica che prevede l’uso di:

  • FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) con un effetto antinfiammatorio e analgesico per sfiammare le gengive e alleviare il dolore: Ibuprofene (come Brufen, Moment) o Acido acetilsalicilico (come Aspirina e Vivin C).
  • Farmaci corticosteroidi ad applicazione topica che esercitano una potente attività antinfiammatoria.

In base alla causa scatenante, l’infiammazione delle gengive può essere trattata e alleviata attraverso la messa in pratica di rimedi o accorgimenti utili.

  • Pulire i denti con dentifricio e spazzolino dopo ogni pasto, almeno tre volte al giorno, è un rimedio utile per evitare l’eccessiva proliferazione di batteri nel cavo orale
  • Utilizzare uno spazzolino a setole morbide per evitare di irritare ancor più le gengive gonfie ed infiammate
  • Utilizzare un collutorio ad azione antisettica e disinfettante per alleviare il dolore bruciante derivato dalle gengive infiammate
  • Massaggiare le gengive con i polpastrelli può alleviare la sensazione di bruciore e prurito tipica di chi è colpito da gengive infiammate
  • Limitare i contatti con sostanze irritanti e/o tossiche

Quando rivolgersi al medico

Una buona igiene orale dovrebbe prevenire infezioni alle gengive. Se, però, il problema persiste per più di 2 settimane, si raccomanda di consultare un medico, perché le gengive infiammate possono nascondere un inizio di piorrea.

Consigli del farmacista

Un rimedio per velocizzare la guarigione delle gengive infiammate o per prevenirne l’insorgenza consiste nel dedicare almeno 2 minuti al corretto spazzolamento dei denti, avendo cura di pulire anche la lingua per eliminare eventuali batteri nascosti. Anche l’uso del filo interdentale almeno una volta al giorno è un utile per rimuovere eventuali residui di cibo tra dente e dente.

Oltre alla quotidiana igiene orale è bene sottoporsi alla pulizia professionale dei denti una volta ogni 6-12 mesi. Questo rimedio odontoiatrico rimuove in profondità i residui di placca e tartaro, e previene disturbi del cavo orale come gengivite, carie, pulpite, mal di denti e gengive infiammate.