Integratori intestinali

by patologie_farmacia1_wp
Integratori intestinali

Cosa sono gli integratori intestinali

Gli integratori intestinali sono prodotti formulati in capsule, compresse, bustine orosolubili o soluzioni liquide, per favorire il benessere e il buon funzionamento del tratto gastrointestinale.

In particolare, gli integratori intestinali si occupano di ristabilire l’equilibrio della flora batterica intestinale, contrastare le infiammazioni ed eliminare il gas intestinale, favorendo il corretto transito intestinale.

Perché assumere integratori intestinali

L’assunzione degli integratori intestinale è consigliata a chi soffre di disturbo legati al tratto gastrointestinale e quindi, spesso presenta sintomi come:

  • Dolori e/o crampi addominali
  • Gonfiore e meteorismo
  • Nausea
  • Diarrea
  • Stipsi

Questi integratori alimentari sono utili anche in caso di:

  • Alimentazione scorretta o insufficiente apporto di fibre vegetali.
  • Assunzione incongrua di antibiotici e/o altri farmaci.
  • Situazioni di stress psico-fisico.
  • Patologie gastrointestinali (come sindrome del colon irritabile, gastrite ecc).

Migliori integratori intestinali

migliori integratori intestinali in vendita in farmacia sono formulati con:

  • Probiotici. Contengono più specie di fermenti lattici vivi (ad esempio bifidobatteri e lactobacilli) in modo tale da garantire l’apporto e l’integrazione di quelle specie che si rivelano carenti. I fermenti lattici probiotici (o vivi) sono i batteri “buoni” capaci di digerire lo zucchero lattosio, dal quale producono l’acido lattico, fondamentale per mantenere l’equilibrio della flora batterica intestinale, quindi contrastare sintomi come gonfiore, stitichezza, diarrea e crampi addominali. Molti integratori di fermenti lattici vivi contengono anche vitamine del gruppo B, che favoriscono il metabolismo energetico e zinco, che contribuisce al buon funzionamento delle difese immunitarie.
  • Prebiotici. I prebiotici sono le fibre solubili o insolubili, che alimentano i batteri buoni (probiotici) presenti nell’intestino e, al contempo proteggono la flora intestinale; molti integratori antinfiammatori intestinali combinano prebiotici e probiotici per amplificare il campo d’azione. Lo Psyllum, ad esempio, è una fibra solubile derivata dalla buccia della pianta Plantago ovata, che funge da prebiotico da “alimento” per i batteri benefici nell’intestino.
  • Estratti vegetali. Ad esempio liquirizia, zenzero, scutellaria finocchio e malva, lavorano in sinergia per sostenere e armonizzare le funzioni digestive e intestinali, riducendo i disturbi; molti integratori per il gas intestinale, contengono carbone vegetale, un aiuto naturale che vanta ottime capacità di assorbimento dell’aria in eccesso e che contribuisce alla riduzione dell’eccessiva flatulenza dopo i pasti.

Integratori per parassiti intestinali

Esistono alcune piante che possiedono proprietà parasiticide, anche ad ampio spettro, che si possono utilizzare con tranquillità poiché sono prive di effetti nocivi sull’uomo: tra queste vengono impiegate negli integratori per parassiti intestinali gli estratti vegetali di semi di zucca, mirra e curcuma, pompelmo, tanaceto e chiodi di garofano, utili rimedi in caso di intossicazioni alimentari e ambientali.