Mal di schiena

by patologie_farmacia1_wp

Cos’è il mal di schiena

Il mal di schiena è un sintomo molto diffuso che si manifesta con un dolore localizzato in diversi punti della colonna lombare. La schiena, infatti, è il reparto anatomico che comincia alla base del tratto posteriore del collo e termina a livello dei glutei, comprendendo ossa, articolazioni e muscoli. Il mal di schiena può essere acuto (che insorge bruscamente) o recidivante (che si ripete nel tempo) ed inoltre si può suddividere in base alla zona che colpisce in:

  • Mal di schiena dorsale: si manifesta nella parte alta della schiena, tra le scapole, ma può irradiarsi anche al collo o al torace.
  • Mal di schiena lombare: colpisce la porzione inferiore della schiena, detta lombare ed è conosciuto anche come lombalgia.

Sintomi mal di schiena

Il sintomo principale del mal di schiena è il dolore sordo o bruciante, che spesso si associa ad altri sintomi come:

  • Rigidità locale.
  • Formicolio o bruciore locale.
  • Difficoltà di movimento (anche minimo).
  • Mal di testa (legato soprattutto a quello dorsale).

Inoltre, a seconda della causa il mal di schiena può associarsi anche a:

  • Zoppia.
  • Atrofia muscolare.
  • Febbre (in caso di infezione della colonna vertebrale).
  • Perdita di peso senza motivo (in caso di tumore).

Cause mal di schiena

Le cause del mal di schiena possono essere molte. Tuttavia le più frequenti sono:

  • Infortunio dei muscoli e/o dei legamenti.
  • Eccessiva tensione.
  • Contrattura.
  • Stiramento o strappo (solitamente correlati a uno sforzo esagerato della schiena, a un comportamento posturale errato o a un movimento innaturale).
  • Sciatalgia (o sciatica), ovvero l’infiammazione del nervo sciatico.

Altre cause del mal di schiena (più rare) sono:

  • Artrosi, scoliosi, osteoporosi e lesioni traumatiche alla colonna dorsale.
  • Fratture vertebrali (solitamente risultato di cadute accidentali o microtraumi)
  • Tumori vertebrali.
  • Ernia discale.
  • Cruralgia (infiammazione del nervo crurale)
  • Stenosi spinale lombare.
  • Calcoli renali.

A favorire l’insorgenza del mal di schiena ci sono diversi fattori:

  • Abitudine di assumere posture scorrette
  • Alzare pesi con una tecnica sbagliata.
  • Utilizzo di un materasso inadeguato.
  • Sedentarietà.

Mal di schiena lombare

Il mal di schiena lombare è il dolore che colpisce la porzione inferiore della schiena, detta area lombare. Conosciuto anche come lombalgia, questo fastidio è molto comune che colpisce sia uomini che donne di qualsiasi età.

Mal di schiena in gravidanza

Il mal di schiena in gravidanza è un fastidio molto comune, che si manifesta con un dolore intenso soprattutto nella zona lombare, ma che può irradiarsi anche alle gambe, scapole e ossa del bacino. Il mal di schiena in gravidanza viene avvertito solitamente in modo più intenso verso il quinto- sesto mese di vita del feto e le cause sono diverse:

  • Incremento degli ormoni: il corpo produce la relaxina che permette ai muscoli della zona pelvica e alla sinfisi pubica di rilassarsi per preparare l’organismo ad ospitare il feto. Inoltre anche gli estrogeni consentono di allentare le articolazioni e i legamenti del bacino. Questo processo rende le pelvi più flessibile influenzando il supporto sperimentato normalmente dalla schiena.
  • Modifica del baricentro: la colonna vertebrale va incontro a un naturale sbilanciamento essendo sottoposta ad un carico di lavoro maggiore.
  • Aumento di peso: la schiena deve sostenere una pressione verso il basso esercitata dalla progressiva espansione dell’utero.
  • Postura scorretta.
  • Sciatalgia: l’utero ingrossandosi esercita una pressione sul nervo sciatico che può infiammarsi.
  • Stress: può provocare tensione muscolare.

Mal di schiena a letto

Il mal di schiena a letto è quello che si manifesta da sdraiati. Può capitare che si soffra di dolore lombare quando si sta in posizione supina o che ci si svegli con un mal di schiena lombare. Tra le possibili cause troviamo:

  • Le posture scorrette assunte durante il giorno o durante il sonno.
  • Materasso sbagliato.
  • Patologie della colonna vertebrale.

Per evitare il mal di schiena a letto è consigliabile dormire di lato, magari mettendo un cuscino tra le ginocchia, oppure dormire a pancia in su con un cuscino sotto le ginocchia per sostenere la parte bassa della schiena.

Trattamento e rimedi consigliati

In caso di dolore alla schiena è importante individuare la causa scatente per trovare una terapia adatta. Per gli episodi più comuni di mal di schiena lombare e dorsale, i trattamenti comprendono solitamente:

  • Riposo attivo, cioè evitare attività che favoriscono il dolore ma restando in movimento.
  • Adozione di posture corrette soprattutto da seduti o a letto.
  • Applicazione di ghiaccio sull’area dolente, 3 – 4 volte al giorno per un arco di tempo tra i 15 e i 20 giorni.
  • Assunzione di antinfiammatori, i FANS come ad esempio Momendol a base di ibuprofene.

Quando rivolgersi al medico

In presenza di mal di schiena è consigliabile consigliare il medico nei seguenti casi:

  • Dolore molto forte e debilitante.
  • Dolore che persiste nonostante il trattamento.
  • Presenza di febbre.
  • Presenza di zoppia e/o perdita di controllo dello sfintere anale o vescicale.
  • Perdita di peso senza motivo.

Consigli del farmacista

Per prevenire il mal di schiena è molto importante seguire alcuni consigli:

  • Evitare movimenti bruschi del dorso.
  • Mantenere una postura corretta.
  • Fare esercizio fisico regolarmente o con le giuste modalità.
  • Mantenere il peso forma o perdere i kg in eccesso.