Smagliature

by patologie_farmacia1_wp

Cosa sono le smagliature?

Le smagliature sono un inestetismo che interessa lo strato dermico della cute, più precisamente sono delle lesioni dermatologiche di tipo atrofico – infiammatorio localizzate in determinate parti del corpo, come seno, glutei, ventre, fianchi e cosce. Le smagliature rappresentano la fine di un processo di “distensione post-tensiva” a carico della cute, una sorta di “strappo”, infatti nella terminologia comune vengono definite semplicemente come delle “striature” o cicatrici causate dalla rottura delle fibre elastiche della pelle.

Sintomi smagliature

Le smagliature possono assumere un aspetto diverso a seconda del loro stadio evolutivo: larghezza e lunghezza rimangono relativamente costanti, ma la colorazione varia dall’iniziale rosso – violaceo al bianco brillante dello stato avanzato. La forma è generalmente lineare, fusata e simmetrica, è variabile e in alcuni casi le smagliature assumono dei contorni frastagliati e irregolari.

Cause smagliature

La causa principale delle smagliature è la tensione a cui è sottoposta la pelle, che supera la sua soglia di resistenza. La predisposizione, minore o maggiore, dipende dalla quantità di collagene ed elastina nella cute: tanto sono minori queste sostanze, quanto maggiore è la possibilità che la pelle si smagli. Uomini e donne hanno la stessa possibilità di sviluppare le smagliature, a parità di caratteristiche della cute e dello stress praticato su di essa. Tra i fattori che influiscono sulla formazione delle smagliature troviamo:

  • Produzione di cortisolo (ormone dello stress che riduce la produzione di elastina, rendendo la pelle meno elastica)
  • Cortisone (l’applicazione locale di pomate contenenti cortisonici assottiglia la pelle e predispone al rischio).
  • Predisposizione genetica

La cause principali delle smagliature sono forti variazioni ponderali:

  • Perdita e aumento di peso repentine (che non lasciano tempo alla pelle il tempo di recuperare gradualmente la sua architettura fisiologica), quindi ad esempio una gravidanza che spesso provoca la comparsa delle smagliature sul ventre.
  • Aumento importante della massa muscolare.

Smagliature gravidanza

La rottura delle fibre elastiche della pelle avviene molto facilmente a seguito di un aumento repentino di peso, che non permette alla cute recuperare gradualmente la sua architettura fisiologica. Smagliature e gravidanza sono, quindi collegate e nelle gestanti (8 su 10 secondo le statistiche) si presentano soprattutto nella seconda parte della gestazione, principalmente su:

  • Addome.
  • Seni.
  • Avambraccio superiore
  • Natiche
  • Fianchi
  • Cosce

Di fondamentale importanza la prevenzione fin dalle prime settimane: è consigliabile massaggiare in particolar modo l’addome, le cosce e le natiche con creme a base di mandorle dolci, jojoba, olio extra vergine d’oliva, burro di karité, tutte sostanze nutrienti e idratanti che favoriscono l’elasticità della pelle.

Eliminare smagliature bianche

Nonostante le smagliature siano un inestetismo impossibile da far scomparire definitivamente, è possibile eliminare le smagliature bianche, almeno in parte, attraverso le tecniche della medicina estetica. I isultati migliori si ottengono intervenendo nella fase iniziale, quando non sono ancora cicatrizzate e quindi di colore rosso-violaceo. Le tecniche più utilizzate sono:

  • Laser frazionato (luce frazionata che rompe le cicatrici fibrose della smagliatura senza ustionare).
  • Biorivitalizzazione (infiltrazioni di acido ialuronico negli strati superficiali della pelle).
  • Biodermogenesi (stimoli elettrici che stimolano il microcircolo favorendo l’afflusso di sangue).

Acido glicolico smagliature

L’acido glicolico è un acido della frutta molto utilizzato nella cosmesi, in dermatologia e nella medicina estetica grazie alle sue proprietà rinnovanti ed elasticizzanti, che contribuiscono a rendere la pelle luminosa e compatta: ecco perché l’acido glicolico è utile nel trattamento delle smagliature che possono diventare meno visibili attraverso l’applicazione di peeling chimici a base di questa sostanza.

Olio di mandorle per smagliature

L’olio di mandorle dolci è un rimedio naturale contro le smagliature che, nello specifico, ne contrasta la formazione. La presenza di principi attivi e delle vitamine E, B e dei minerali rende, infatti l’olio di mandorle dolci un alleato della bellezza cutanea. Per prevenire le smagliature è consigliabile utilizzare l’olio di mandorle dolci almeno due volte al giorno, applicandolo sulla pelle umida ed effettuando un massaggio. L’effetto è preventivo e positivo anche su smagliature rossastre, quindi giovani che ancora non sono diventate bianche.

Trattamento e rimedi consigliati

In caso di smagliature ancora rossastre può rivelarsi efficace l’intervento farmacologico locale attraverso l’applicazione di pomate cortisoniche, che prevengono la loro definitiva cicatrizzazione grazie al loro effetto antinfiammatorio, che permette una regressione delle smagliature.
Sulle smagliature giovani agisce positivamente anche l’olio di mandorle dolci ed è molto efficace l’acido glicolico, che attenua anche quelle bianche.

Quando rivolgersi al medico

Le smagliature sono un inestetismo della pelle prettamente estetico, quindi non pericolose per lo stato di salute. Per attenuarle fino a renderle quasi invisibile è necessario intervenire al loro stato iniziale, quando non sono ancora cicatrizzate e quindi di colore rosso-violaceo, magari rivolgendosi ad un dermatologo che provvederà a prescrivere i trattamenti più adeguati.

Consigli del farmacista

Una volta che si sono formate è praticamente impossibile cancellare del tutto lo smagliature, soprattutto quelle bianche già cicatrizzate. La migliore strategia è quindi la prevenzione ed a questo proposito è consigliabile:

  • Evitare variazioni di peso repentine (anche dovute all’aumento della massa muscolare).
  • Evitare il fumo e l’alcol, sostanze che danneggiano la pelle e ne provocano invecchiamento e disidratazione.
  • Seguire uno stile di vita sano che prevede un’alimentazione corretta, ricca di cibi che favoriscono la rigenerazione cellulare, l’idratazione e l’elasticità.
  • Curare la pelle quotidianamente con un occhio di riguardo all’idratazione, utilizzando lozioni e creme che la rendono elastica e donano nutrimento come ad esempio Rilastil crema e Bio Oil, a base di estratti di calendula, lavanda, rosmarino e camomilla. Anche le creme al retinolo svolgono un’azione rigenerante e favoriscono la produzione di collagene ed elastina.
  • Fare attività fisica per favorire la funzionalità linfatica, per la quale è utile anche il linfodrenaggio manuale, che mantiene l’equilibrio idrico dei tessuti cutanei, evitando la degenerazione.