Tappo di cerume

by patologie_farmacia1_wp

Cos’è il tappo di cerume

Il tappo di cerume si forma quando l’orecchio è ostruito per via di un accumulo di secrezione ceruminosa che ristagna nel padiglione auricolare.
Prodotto della secrezione di particolari ghiandole cutanee presenti nel condotto uditivo esterno dell’orecchio, il cerume normalmente funge da rivestimento utile per il canale uditivo. Infatti, una giusta quantità di tale sostanza cerosa è indispensabile per mantenere una certa umidità nell’orecchio (così lo preserva dall’essiccamento) e per ostacolare l’entrata di particelle dannose come patogeni e polveri.
Normalmente il cerume viene eliminato per lento scorrimento verso l’esterno. In alcuni individui tale eliminazione non avviene o per eccessiva produzione di cerume, o perché non è abbastanza solubile, o per la mancanza di tale movimento di scorrimento. In tali condizioni il cerume si accumula nel condotto uditivo e, mescolandosi a cellule epiteliali desquamate, può dare origine ad una concrezione solida.

Sintomi del tappo di cerume

Nella maggior parte dei casi i sintomi di un tappo di cerume includono:

  • prurito del canale uditivo;
  • otalgia (dolore all’orecchio);
  • sensazione di orecchio tappato
  • autofonia (rimbombo della propria voce, sensazione di avere le orecchie tappate);
  • ipoacusia (la diminuzione dell’udito);
  • sensazione di perdita d’equilibrio o vertigini;
  • acufene (i ronzii alle orecchie).

Cause del tappo di cerume

La scorretta igiene auricolare è una delle cause del tappo di cerume: sia la mancanza di pulizia che la scorretta igiene dell’orecchio possono favorire l’accumulo di cerume.

L’utilizzo di protesi acustiche aumenta la produzione di cerume in quanto la presenza dell’apparecchio nel condotto uditivo tende meccanicamente a stimolare l’attività delle ghiandole sebacee e ceruminose.

Anche l’età dell’individuo è uno dei fattori che determina la comparsa del disturbo nel tratto uditivo. Nell’età infantile o neonatale, infatti, le ghiandole ceruminose tendono ad essere iperattive, pertanto il tappo di cerume tende a formarsi con più facilità. Al contrario le ghiandole ceruminose degli anziani producono cerume secco che scivola con più difficoltà verso l’esterno.

A volte l’eccessiva quantità di cerume (ipersecrezione ghiandolare) è dovuta a patologie dell’orecchio come otite, stenosi infiammatoria del canale uditivo esterno o a malattie cutanee tra cui dermatite desquamativa del condotto, psoriasi e ittiosi.

Pulizia delle orecchie con il tappo di cerume

In caso di cerume morbido solitamente è sufficiente la rimozione mediante un lavaggio auricolare, eseguito da uno specialista. Questo metodo consiste nell’invio di un getto di acqua a temperatura ambiente nel condotto uditivo esterno, dopo aver preparato la parte con una soluzione emolliente.

Se il cerume è duro si può ammorbidire il tappo applicando nell’orecchio alcune gocce emollienti che contengono glicerina oppure olio. Dopo aver inclinato la testa lateralmente con l’orecchio occluso dal tappo di cerume verso l’alto, si procede instillando le gocce nell’orecchio e restando poi nella stessa posizione per un paio di minuti. Una volta che il cerume sciolto viene rimosso dal condotto auricolare, si sciacqua delicatamente l’orecchio con acqua tiepida per rimuovere i residui viscosi.

Trattamento e rimedi consigliati

Esistono metodi naturali per rimuovere il tappo di cerume da fare a casa, tuttavia il trattamento effettuato da un medico risulta sempre l’opzione da preferire, soprattutto in individui con frequenti infezioni alle orecchie o con un timpano perforato.

La rimozione del cerume può essere eseguita dal medico con l’aspirazione. Tale metodo consiste nel togliere il cerume con un’apposita cannula collegata ad un congegno d’aspirazione.
Oltre all’aspirazione, il medico può intervenire con la curetta, un particolare strumento ricurvo utilizzato per asportare i tappi di cerume responsabili di alterazioni della capacità uditiva o di parziale occlusione del condotto.

Quando rivolgersi al medico

Il tappo di cerume è uno dei fattori responsabili della progressiva perdita dell’udito. Per la rimozione di un tappo, quindi, soprattutto se si tratta di pazienti in età pediatrica, è consigliabile rivolgersi allo specialista.
Se si decide di applicare delle gocce per rimuovere il tappo ceruminoso e, dopo aver instillato il prodotto, i sintomi peggiorano o si avverte un bruciore auricolare che persiste, è meglio consultare subito un medico.

Consigli del farmacista

La corretta pulizia del canale auricolare, il lavaggio delle orecchie e, in caso, l’instillazione di alcune gocce specifiche prevengono la formazione di tappi di cerume.
Per quanto riguarda i bambini bisogna tenere sempre pulite le orecchie e il modo più sicuro per farlo è quello di utilizzare un panno morbido o un batuffolo di cotone di grandi dimensioni intorno al padiglione auricolare.