Disturbi vulvo vaginali

by patologie_farmacia1_wp
Disturbi vulvo vaginali

Infiammazione

Con infiammazione vaginale e vulvare si definisce comunemente una vulvovaginite. I casi lievi sono molto comuni e a volte si possono verificare anche durante l’infanzia. La maggior parte delle volte la vulvovaginite non è una condizione severa, si risolve da sola senza necessità di trattamento medico o test. I fattori che possono aumentare il rischio di vulvovaginite includono: indossare pantaloni attillati o biancheria intima umida, usare prodotti inadatti per la cura intima, utilizzare spray vaginali, cambiare poco frequentemente assorbenti e salvaslip.

Prurito

Il prurito della vulva significa semplicemente… prurito della vulva! Può essere causato da moltissimi fattori differenti e per questo è da considerarsi un sintomo e non una condizione di rilevanza medica.

Cistite

Cistite è il termine medico che indica l’infiammazione della vescica. Generalmente è causata da un’infezione batterica e viene quindi spesso definita ‘infezione del tratto urinario’. 

Dolore vulvare

Il dolore vulvare anche detto vulvodinia è un dolore o disagio cronico intorno al punto di ingresso nella vagina (introito vaginale). Questo disturbo non ha una causa identificabile e dura almeno tre mesi.

Micosi

La micosi vaginale è un’infezione vulvo-vaginale causata da un fungo che è fisiologicamente presente nella vagina. Uno squilibrio nella flora vaginale, causato per esempio dall’uso di antibiotici, o da una variazione del pH vaginale, provoca la proliferazione locale del fungo.

Candidosi

La candidosi (candida) è un’infezione molto comune causata da un fungo chiamato Candida albicans che normalmente vive all’interno del nostro corpo e sulla pelle, senza causare alcun problema. Se la flora batterica vaginale si altera, può incoraggiare la crescita eccessiva di Candida. I sintomi della candida vaginale comprendono:

  • prurito vaginale o indolenzimento,
  • dolore durante i rapporti sessuali,
  • dolore o fastidio durante la minzione,
  • perdite vaginali abbondanti,
  • bianche e granulose (come fossero di ricotta). 

Vaginosi Batterica

La vaginosi batterica è un tipo di infiammazione vaginale causata dalla crescita eccessiva dei batteri naturalmente presenti nella vagina ed è tipica dell’età riproduttiva. I principali sintomi della vaginosi batterica sono: perdite vaginali insolite, bruciore durante la minzione, prurito e irritazione vaginale. 

Malattie sessualmente trasmissibili

Le MST sono infezioni il cui contagio avviene attraverso il contatto sessuale. Le cause delle malattie sessualmente trasmissibili sono batteri, parassiti, lieviti e virus. La maggior parte delle MST colpisce sia uomini che donne; le più comuni sono la clamidia, l’herpes genitale, la gonorrea, l’infezione da HPV; anche l’HIV (il virus dell’AIDS) è una MST. L’uso del preservativo durante il rapporto sessuale riduce notevolmente il rischio di contrarre o diffondere queste infezioni. 

Dermatite vulvare

La dermatite vulvare è un’irritazione del tessuto genitale esterno causata da agenti irritanti quali detergenti, biancheria sintetica o preservativi. I principali sintomi della dermatite vulvare sono: bruciore, rossore, prurito, dolore all’inserimento di tamponi, o durante i rapporti sessuali

Disturbi vaginali nell’infanzia

I disturbi vaginali nelle bambine sono piuttosto diffusi e sono rappresentati principalmente da vulvovaginiti. Le cause sono diverse: dalle abitudini igieniche scorrette, al contatto con sabbia e agenti irritanti durante i giochi, sino alle infezioni della vescica.